Navigation Dropdown
TTIP IT

 

Perché il TTIP, l’accordo di libero scambio UE-USA, è di enorme importanza per le aziende Europee del settore tessile-abbigliamento?

 

 

La grandezza del mercato americano non è data soltanto da 300 milioni di persone che apprezzano il fashion Europeo, ma anche dalla grande domanda di avanzati tessili tecnici che sono usati in settori come: automotive, costruzioni, aerospaziale, medicale, sport e attività ricreative.

 

  

In entrambe le sponde dell’Atlantico servono standard  di alto livello e che siano riconosciuti allo stesso modo

 

 

Sia negli USA che nei paesi UE sono in vigore standard di alto livello per informare il consumatore, proteggere sia il consumatore che l’ambiente e per avere produzioni sostenibili. Allora a cosa servono doppie certificazioni o procedure costose e ridondanti?

 

       

   

Meno costi alla dogana vuol dire più investimenti e crescita per le aziende

 

 

La maggior parte delle aziende Europee del settore sono di dimensioni medio-piccole, le più esposte al peso della burocrazia. Le procedure doganali ed i  relativi obblighi burocratici ostacolano il commercio. L’accordo di libero scambio TTIP semplifichera le procedure amministrative che costituiscono un freno all’esportazioni verso gli USA, nonostante l’enormi opportunità di questo mercato.

 

   

  

Creare nuove opportunità per i tessili tecnici negli enti publici Americani è un dovere 

 

 

Grazie alle avanzate tecnologie di produzione ed alla costante innovazione nei materiali e nelle applicazioni, l’Europa è divenuta leader moniale riconosciuto nella produzione di tessili tecnici intelligenti,  per i quali la cui produzione Europea è cresciuta significativamente nell’ultimo decennio.

 

   

Cosa dicono le aziende?

 

 

‘Come produttore di materiali multiuso ad alta tecnologia per applicazioni tecniche nell’abbigliamento da lavoro e nella confezione, siamo abituati a rispondere alle esigenze di standard esigenti, a verifiche di conformità  ed a requisiti per le certificazioni. I produttori Americani soddisfano requisiti simili se non addirittura piu’ stringenti dei nostri. L’Unione Europea e gli Stati Uniti potrebbero per lo meno accordarsi sul riconoscimento reciproco come principio di base nell’accordo di libero scambio TTIP. Ciò faciliterebbe molto il nostro lavoro.’

 

 

È necessario che gli standard ed i regolamenti sui beni tessili siano allo stesso livello in entrambe le sponde dell’atlantico; ciò permetterà ai prodotti tessili e dell’abbigliamento europei di avere un più facile accesso al mercato Nord Americano. Un altro punto fondamentale è la riduzione o la rimozione completa delle tariffe doganali che oggi gravano sui prodotti tessili Europei tra il 20% ed il 40%. Il TTIP riconoscerà anche agli investitori il diritto di ricorrere a strumenti di risoluzione delle controversie con governi stranieri e ciò rimuoverà ulteriori barriere al commercio sia per prodotti che per servizi.

 

 

‘Quello Americano è un mercato fenomenale con un grandissimo potenziale. L’accordo di libero scambio TTIP è di enorme importanza per il settore tessile. Sfortunatamente abbiamo delle sfide da affrontare tra cui elevati dazzi, costose procedure doganali, metodologie di test complesse e regole diverse per l’etichettature. Ad esempio il materiale che in Europa chiamiamo “Elastane” negli Stati Uniti è conosciuto come “Spandex” e tutte le etichette dei prodotti destinati al mercato USA devono essere cambiate. Esportare negli Stati Uniti è quasi impossibile per le aziende piccole e l’accordo di libero scambio TTIP aprirebbe le porte a molte di loro.’

Cosa fa la UE?

 

La posizione dell’Unione Europea (UE) sui prodotti tessili e dell’abbigliamento nel TTIPCommissione Europea

 

TTIP: sfide ed opportunità per i prodotti tessili e per l’etichettamentoParlamento Europeo

 

TTIP: Opportunità per le PMI, Piccole e Medie ImpreseCommissione Europea

 

'TTIP e oltre': discorso di Cecilia Malmstroem, Commissario Europeo al commercio 


 

In evidenza 

 

Twitter: @Alliance4TTIP #Yes2TTIP

 

VIDEO: The German Textile & Fashion Industry supports TTIP